DOCUMENTO COMPLEMENTARE AD INTEGRAZIONE DELLA CARTA SERVIZI IN OTTEMPERANZA ALLA NORMATIVA VIGENTE PER CONTRASTARE LO STATO PANDEMICO DA COVID-19.

 

La presente rappresenta un documento integrativo alla Carta dei Servizi disponibile sul sito internet www.villarosafiorita.it

Visto lo stato pandemico attualmente presente , il documento in oggetto, redige le normative vigenti all’interno dei nostri locali, a tutela degli ospiti presenti e di coloro che vi avranno accesso.

Per l’ammissione di un nuovo ospite in regime di lungodegenza all’interno dei locali, sarà necessaria la presentazione del referto NEGATIVO del tampone nasofaringeo per ricerca SARS COV-2, eseguito entro e non altre le 48 ore precedenti il ricovero in struttura.

A scopo preventivo, dopo intervista all’ospite  (ove sono presenti i presupposti per intraprenderla) o al familiare di riferimento, la struttura si riserva il diritto, qualora lo ritenesse necessario, di eseguire nuovo tampone rapido in loco , eseguito esclusivamente da  personale sanitario.

Ove necessario il tampone rapido nasofaringeo, ha un costo di € 15.00 (quindici/00) che sarà interamente sostenuto dal paziente e verrà eseguito in accordo tra le parti, specificandone le cause di esecuzione clinica.

Non sono consentite visite ai pazienti all’interno dei locali, salvo casi improcrastinabili autorizzati dalla Direzione e comunque, consentiti solo con appositi DPI (dispositivi di protezione individuale) a completo carico del familiare che richiede l’autorizzazione all’ingresso. I DPI comprendono tuta completa, mascherina monouso FFP2, guanti e copricapo. Verrà messo a disposizione del congiunto un operatore addetto alla vestizione, che lo assisterà anche all’interno dei locali, per evitare comportamenti impropri e potenzialmente pericolosi per la salute altrui e propria. Tale procedura comprenderà anche l’assistenza alla svestizione con opportuno smaltimento dei rifiuti.

Non essendo possibile accedere ai locali, la Struttura ha messo a disposizione un numero di rete mobile per effettuare videochiamate ( Recapito videochiamate 339-5364369) . Quest’ultime andranno precedentemente prenotate ( si consiglia di farlo con almeno un giorno di anticipo, considerando l’alto numero di richieste e la limitata fascia oraria) al numero fisso 0765/463306, indicando all’operatore che si sta chiamando per prenotare una videochiamata, indicando data e ora in cui si intenderà videochiamare e il nome del paziente per cui si chiamerà.

Gli orari in cui sarà possibile videochiamare, sono compresi tra le 10.00 e le 11.30 e dalle 14.00 alle 15.30 (sempre avendo avuto cura di aver prenotato in precedenza). Le chiamate hanno una durata di 15 minuti ciascuna. Purtroppo non è possibile estendere la fascia oraria, pertanto tutte le chiamate non prenotate o eseguite fuori orario, non verranno prese in considerazione, nel rispetto di chi prenota e degli operatori impegnati nell’assistenza continua al paziente.

Si invitano pertanto tutti i familiari al rispetto delle regole, per permettere a tutti di gestire i propri momenti con il proprio congiunto in piena tranquillità.

Si ricorda che non sarà possibile fino a nuove disposizioni, effettuare il servizio lavanderia domiciliarmente, pertanto come da normative ASL vigenti, tutti gli indumenti dovranno essere affidati ad un servizio lavanderia esterna per permettere la corretta sanificazione ( con presidi medico-chirurgici) del bucato. Il costo del servizio è di € 100.00 mensili ed è comprensivo oltre che del vestiario personale, anche della biancheria da letto e da bagno.

Non sarà possibile recapitare all’interno dei locali, oggetti o cibo se non opportunamente confezionati per permetterne la sanificazione con spray a base di ipoclorito di sodio o alcool, prima che il tutto venga affidato al paziente destinatario.

Sono da posticipare tutte quelle visite specialistiche che non presentano carattere di urgenza non differibile. Qualora fosse possibile l’esecuzione della visita in struttura, è una partica gradita per evitare contatti dell’ospite con più persone e all’interno di ambienti comuni quale quello ospedaliero. Qualora invece, la visita non possa essere rimandata e non è eseguibile a domicilio, il  paziente dovrà presentare nuovo tampone al suo rientro e mantenere per i successivi 7 gg l’isolamento fiduciario come previsto da norme in vigore, per scongiurare manifestazione di sintomi clinici da COVID-19.

Non sono concessi pranzi o cene con i familiari e poi rientrare in struttura.

Si predilige l’accesso di utenti vaccinati.

Per i pazienti dimessi dall’ambiente ospedaliero, si richiede comunque referto di tampone negativo redatto dall’ospedale e che non abbia una data antecedente alle 24 ore dalla dimissione.

Si predilige l’arrivo in struttura in ambulanza , in quanto il personale di bordo riceve periodici controlli ed è istruito a prevenire ed evitare comportamenti a rischio di contagio.

Qualora il paziente dimesso venga accompagnato dal familiare, la struttura, se pur in possesso di tampone negativo, si riserva il diritto di eseguire nuovo test rapido ed inserire il paziente nella zona filtro per 14 gg, evitando quindi l’immediato inserimento comunitario.

Dopo i 14 gg verrà eseguito nuovo tampone a carico del paziente prima di essere inserito in un contesto sociale.

Certi della Vostra comprensione e collaborazione, vista l’immensa criticità in cui Noi tutti ci troviamo a vivere e lavorare, vi invitiamo a prendere nota di quanto riportato su questo documento integrativo.

Non esponiamo i Vostri cari e chi lavora con loro e per loro, ad inutili rischi derivati dalla brutta abitudine di non rispettare le regole. Abbiamo e sentiamo il dovere di proteggerli e proteggerci.

Vi auguriamo una buona permanenza e ringraziandovi perla Vostra scelta , porgiamo

Chiama ora